Trattamento

Svariate possibilità

Il trattamento efficace e precoce1 del dolore acuto è di fondamentale importanza per prevenire la sua cronicizzazione. Se il dolore non viene trattato per lungo tempo o adeguatamente, il sistema nervoso può subire modificazioni ed il dolore può persistere anche dopo che la causa è stata eliminata. Questo fenomeno prende il nome di “memoria del dolore”.

Il trattamento farmacologico prevede l’impiego di diversi tipi di farmaci a seconda dell’intensità di dolore provato dal paziente.

Linee Guida OMS per la gestione del dolore

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha istituito la cosiddetta “scala analgesica” con l’obiettivo di utilizzare la terapia analgesica più appropriata. Nata originariamente per la terapia del dolore da cancro, ora questa scala è utilizzata ampiamente anche per la gestione del dolore cronico. Secondo questa scala l’approccio farmacologico deve essere sequenziale e deve adattarsi all’intensità del dolore del paziente:

Dolore lieve – step 1: farmaci non oppioidi
Dolore moderato – step 2: oppioidi minori
Dolore grave – step 3: oppioidi maggiori

Se provi dolore grave non esitare a contattare il tuo Medico.

Per il dolore lieve vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Tali farmaci hanno prevalentemente un effetto periferico. Per dolore più intenso possono essere somministrati farmaci oppioidi, che vengono anche definiti “analgesici ad azione centrale” (AAC) perché agiscono primariamente a livello centrale (cervello o midollo spinale).

Sulla base della via di somministrazione si possono distinguere trattamenti sistemici (per via orale o parenterale) e topici (da applicare direttamente sull’area coinvolta, es. i cerotti).2 In aggiunta si possono utilizzare i coanalgesici o adiuvanti qualora la situazione lo richieda. Essi non sono generalmente indicati per il sollievo dal dolore, ma sembra che abbiano un certo effetto analgesico (es. antidepressivi).

Inoltre, un approccio non farmacologico come la stimolazione elettrica transcutanea (TENS), l’agopuntura o l’ipnosi, può fornire un supporto alla gestione del dolore.

1 The International Association for the Study of Pain (IASP): Acute and postoperative pain. Accessible at http://www.iasp-pain.org, last accessed September 7, 2010
2 Galer BS: Topical analgesic medication – The dawn of a new era. Pain, 2009, 147: 5-6