Fisiopatologia & Condizioni

La sensibilizzazione come requisito

Il dolore cronico è un fenomeno complesso. È il risultato di modificazioni a livello di sistema nervoso centrale causate da processi periferici continui come ad esempio l’infiammazione cronica; tuttavia, può presentarsi indipendentemente dalla causa che l’ha innescato. Una caratteristica distintiva è la sensibilizzazione, che può risultare da:

  • una maggiore risposta ad uno stimolo nocivo, sfociando in un dolore esagerato e prolungato;
  • una soglia del dolore ridotta, causando una reazione dolorosa in risposta a stimoli che normalmente non la provocano.

In entrambi i casi, il sistema preposto al controllo del dolore è alterato, determinando dolore cronico.1

Più a lungo dura il dolore, meno possibilità ci sono di ripristinare la corretta funzionalità del sistema nervoso. Come conseguenza i pazienti possono sviluppare una “memoria del dolore”, con persistenza del dolore anche quando lo stimolo è ormai cessato.

Tipiche condizioni di dolore cronico sono:

  • dolore da cancro
  • dolore lombare
  • artrosi
  • osteoporosi
  • dolore neuropatico

1 Woolf CJ: Somatic Pain – Pathogenesis and Prevention. British Journal of Anaesthesia, 1995; 75:169-76