Tutto sul dolore

Glossario

A | B | C | D | E | F | G | I | M | N | O | P | S | T

A  
Acuto – che insorge per un periodo limitato di tempo ; il dolore acuto, conseguente ad un trauma o a un intervento chirurgico, rappresenta un allarme che avverte il soggetto di un pericolo e delle necessità di ricorrere a un intervento (dolore=sintomo). In genere, il dolore acuto ha una durata inferiore ai 15 giorni.
Affinità – capacità del farmaco di legarsi ad un recettore
Agonista – qualsiasi farmaco che legandosi ad un recettore è in grado di modificarne la conformazione e, quindi, di produrre un qualsiasi effetto
Analgesici – antidolorifici
Antagonista – qualsiasi farmaco che, pur legandosi ad un recettore, non modifica la sua conformazione ed è incapace quindi di produrre un qualsiasi effetto
B
Bradichinina – specifica sostanza (ormone) prodotta localmente nei tessuti dell’organismo. Svolge un ruolo importante come mediatore dell’infiammazione e nella trasmissione del dolore
C
Cronico – che si mantiene nel tempo. Il dolore cronico, al contrario, può essere scatenato da un iniziale evento lesivo e/o traumatico, ma si protrae nel tempo per fattori patogenetici che non sono direttamente correlati alla causa iniziale. Il dolore cronico corrisponde ad un dolore malattia.  Si può dire che persiste per più di 3 mesi; non è sempre riferibile ad un evento causale; diventa una patologia a se stante.
D
Depressione respiratoria – riduzione del respiro; la depressione respiratoria è un effetto collaterale tipico degli oppioidi, per effetto diretto sui centri del respiro siti nel tronco encefalico
Diagnosi – identificazione di una malattia in un individuo
Dipendenza fisica – difficoltà di adattamento causata dalla brusca sospensione dell’assunzione abituale della sostanza, dalla rapida riduzione della dose. Si manifesta come sindrome d’astinenza.
Dolore neuropatico – definito dalla IASP (International Association for the Study of Pain) come un dolore causato da una lesione o da una disfunzione del sistema nervoso.
Dolore somatico – tipo di dolore che si origina e si manifesta in tutte le regioni del corpo, escluse le cavità e i visceri.
Dolore viscerale – tipo di dolore che origina e si manifesta a livello dei visceri
E
Endorfine – Si tratta di tre classi di sostanze, dette anche oppioidi endogeni, proprio in virtù delle loro proprietà analgesiche e fisiologiche simili a quelle della morfina
F
Farmacodinamica – Campo della farmacologia che studia le azioni del farmaco sull’organismo
Farmacocinetica – Campo della farmacologia che studia il destino del farmaco nell’organismo in tutti i suoi molteplici aspetti
G
Gastrointestinale – che riguarda l’apparato gastrointestinale, in particolare lo stomaco e l’intestino
IASP – Associazione Internazionale Studio del Dolore
M
Motoneurone – cellule nervosa che trasmettono impulsi ai muscoli
N
Neurone – cellula nervosa, unità anatomica e funzionale principale del sistema nervoso
Neuropatia – un disturbo da cambiamento funzionale o patologico del sistema nervoso
Nocicettore – terminazioni nervose libere, sensibili agli stimoli dolorosi esterni abbastanza elevati da indurre un danno tissutale
Nocivo – (potenzialmente) dannoso a livello tissutale
Noradrenalina –  uno dei neurotrasmettitori più importanti sia a livello di SNC sia a livello di SNP. Gioca un ruolo fondamentale nella trasmissone/modulazione del dolore
O
Oppioidi – Derivati naturali, sintetici e semisintetici dell’Oppio (Papaver somniferum), sono un gruppo eterogeneo di sostanze analgesiche ad azione centrale
P
Proteina G – porzione intracellulare dei recettori per gli oppioidi. Il legame tra oppioide e recettore porta ad una cascata di reazioni biochimiche mediate inizialmente dalla proteina G intracellulare
Psicogeno – causato da uno stato mentale; il dolore psicogeno è legato principalmente a fattori psicologici, non fisicamente obiettivabili
S
Sedazione – calmare con l’aiuto di un farmaco sedativo
SNC – Sistema Nervoso Centrale
T
TENS – Stimolazione elettrica transcutanea